Solidarietà agli antifascisti genovesi

Il 23 maggio del 2019, a Genova in Piazza Corvetto, si è svolta una grande iniziativa di lotta. Centinaia di antifascisti si sono ritrovati in piazza decisi ad impedire l’ennesima provocazione fascista con un comizio elettorale tenuto in una piazza adiacente. La piazza, questa volta ha deciso che la misura era colma. La provocazione giungeva al termine di un periodo in cui i fascisti si erano contraddistinti per aggressioni a militanti, accoltellamenti etc….Occorreva quel giorno dare un segnale netto, che dicesse anche alle istituzioni cittadine che occorreva mettere fine alla penetrazione dei fascisti che aprivano sedi in città, accompagnavano esponenti politici e assessori in giro per le strade. Quel giorno la polizia reagì duramente anche picchiando un giornalista presente. Ma la piazza non indietreggiò lanciando a tutta Italia un segnale molto forte. Genova Antifascista lancia ora una raccolta fondi (già avviata in altri modi nonostante le difficoltà legate alla pandemia) per le spese processuali dei compagni e delle compagne coinvolti in quella giornata e in altre occasioni.
Di seguito il comunicato di Genova Antifascista e il video di lancio
Genova City Strike
*********
Il 23 maggio del 2019 la Genova Antifascista è scesa in strada per fermare quello che rappresentava uno sfregio intollerabile per la nostra città: il comizio di chiusura della campagna elettorale di Casa Pound, ex partito di matrice dichiaratamente fascista.
La risposta repressiva dello Stato non è tardata ad arrivare: oltre cinquanta denunce ai danni di altrettanti antifascisti, costituendo un vero e proprio processo contro l’antifascismo militante. Come sempre il filo rosso che collega le nostre sacche di resistenza è la solidarietà. Da allora sono state diverse le iniziative atte a rimpinguare la Cassa Antifascista per le spese legali dei /delle militanti. Siamo orgogliosi di potervi presentare quest’ultima nostra iniziativa che dimostra come una parte del mondo della cultura è dalla nostra parte della barricata: grazie alla complicità di diversi artisti, da Ascanio Celestini a Wu Ming, è stata possibile la realizzazione di un doppio CD i cui proventi andranno a sostenere i denunciati di Piazza Corvetto.
Consapevoli di non essere soli sul nostro cammino, non lasceremo mai nessuno indietro.
L’ANTIFASCISMO NON SI PROCESSA
Per avere il CD scrivere a: merchandasingantifa@gmail.com
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail