IIT – Sciopero e corteo per il contratto. Altissima adesione dei lavoratori

Riportiamo per esteso il comunicato unitario dopo lo sciopero e il corteo odierno dei lavoratori IIT (qui in pdf). Ci pare sia successa una cosa importantissima. Per la prima volta i lavoratori IIT sono scesi in sciopero, con altissime adesioni. La lotta per avere un contratto nazionale segna un punto importantissimo.

***


IIT – SCIOPERO E CORTEO PER IL CONTRATTO

ALTISSIMA ADESIONE DEI LAVORATORI

CHIARO IL MESSAGGIO ALLA FONDAZIONE: ORA CAMBI ROTTA

La prima giornata di sciopero nella storia ventennale dell’IIT ha visto un’adesione altissima tra le Lavoratrici e i Lavoratori della Fondazione e un’estesa partecipazione al presidio e al successivo corteo per le vie cittadine, che ha portato tra i cittadini le ragioni di una lotta importante per ottenere contratto e diritti fondamentali.

A fermarsi le Lavoratrici e i Lavoratori delle sedi genovesi e delle altre città: fermo totale nei centri di Aosta, Torino, Milano, Venezia, Napoli e Lecce; ampia adesione nei centri di Trento, Pisa Pontedera e Roma.

Dalle Lavoratrici e dai Lavoratori in piazza un segnale forte e netto in due direzioni:

  • alla Fondazione IIT, perché la sua pretesa di continuare a dettare unilateralmente le regole non è più tollerata. CONTRATTO SUBITO, lo slogan sullo striscione in testa al corteo, significa soprattutto dire basta ad un atteggiamento da padrone delle ferriere ottocentesco e reclamare con forza la centralità e l’importanza dei dipendenti nella costruzione di una realtà così importante e strategica;

  • alle Istituzioni, Enti Locali e Ministeri (poco) controllanti, perché non è più ammissibile farsi vanto dei successi di IIT quando si tratta di acquisire visibilità e poi non vedere né sentire quando sono i Lavoratori a reclamare attenzione e denunciare una situazione incresciosa di un Ente che vive di cospicui finanziamenti pubblici ma rifiuta di applicare leggi e contratti.

Il messaggio recapitato oggi da lavoratrici e lavoratori è forte e chiaro. Ignorarlo sarebbe gravissimo ed irresponsabile.

Per questo FLC-CGIL, USB Lavoro Privato ed i Rappresentanti dei Dipendenti chiedono con forza la riapertura del confronto ed un segnale chiaro dalle Istituzioni perché si attivino per riportare la Fondazione al tavolo.

Se così non fosse, siamo pronti a nuove e più incisive mobilitazioni per ottenere quello che Lavoratrici e Lavoratori reclamavano oggi con forza:

CONTRATTO SUBITO PER I LAVORATORI IIT!

FLC CGIL Genova e Liguria

USB Lavoro Privato Genova e Liguria

Rappresentanti dei Dipendenti

Genova, 12/12/2022


Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail